Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo
sede regionale Friuli Venezia Giulia
YouTube Twitter Facebook Google + Blogger Pinterest

Chiusura fase diocesana della causa di beatificazione e canonizzazione di don Luigi Sturzo

24 novembre 2017 ore 19.00
S.Messa - Roma - Chiesa S. Agostino
officiata da S.E. mons. Michele Pennisi e S.E. mons. Calogero Peri e mons. Francesco Maria Tasciotti
24 novembre 2017 ore 10.00
S.Messa - Udine - Chiesa S. Giacomo
officiata da mons. Giulio Gherbezza
Indice
Sede e contatti
Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo
Sede regionale F.V.G.
via Po, 35
33100 Udine
tel. 349 4237861
fax 0432 504280
posta elettronica: info@centrosturzo.fvg.it
PEC: presidente@pec.centrosturzo.fvg.it
C.F. 94059700305
Scuole di formazione sociale e politica
Arcidiocesi di Udine
Frequenza: in presenza
per informazioni>

Diocesi di Trieste
Frequenza: in presenza e online
per informazioni>

Altre diocesi
per informazioni>
5 per mille
Il C.I.S.S. del FVG รจ iscritto Registro regionale delle associazioni di promozione sociale al n. 160 - DPReg 90 del 21.01.15.
Puoi destinarci il 5 per mille indicando il nostro codice fiscale 94059700305 nel mod. CU, 730, UNICO.
per sostenerci...>
Aderente a
Consulta dei laici dell'Arcidiocesi di Udine

Progetto culturale della CEI

Il monachesimo come principio generativo della società.



Montecassino: 15 secoli di storia

Montecassino è noto ai più come il luogo della memoria per il suo ripetuto morire e rinascere dalle radici. "Succisa virescit" (stroncata riprende vigore) è il suo motto, esprimendo il senso dell'umana vitalità in tutte le sue componenti fisiche e spirituali. Dopo il bombardamento del 1944 e la ricostruzione sancita dalla consacrazione di Paolo VIº nel 1964, sono stati completati i primi stralci della decorazione pittorica da Pietro Annigoni con la cupola e la controfacciata della Basilica (1978-1982) e dal suo allievo Romano Stefanelli con la volta del coro (1984) oltre alla successiva decorazione delle cappelle laterali di Pistolesi, Long etc. Sono passati 20 anni e, appena 40 giorni fa, sono stati inaugurati i primi 4 affreschi di Sergio Favotto che segnano la ripresa della decorazione incompiuta. Essi sono stati collocati sotto la cupola di Annigoni e sopra i monumenti marmorei del Sangallo e ricordano le 4 consacrazioni della Basilica (752-1071-1727-1964) dopo altrettante violente distruzioni, segnando la partenza di un ciclo che comprenderà l'intera volta (35,00x15,70 metri) con le sue 51 occhiaie vuote, oltre alle navate e alle cupolette delle cappelle laterali...
La Mostra dell'Abbazia di Rosazzo propone una parziale rassegna degli studi e dei bozzetti che costituiscono il lavoro preliminare di quest'opera monumentale, dopo la mostra di 112 pezzi esposti a Villa Benzi-Zecchini di Caerano di S.Marco (Tv) e quella di Cassino. La diffusione del monachesimo benedettino in Europa è avvenuta proprio in seguito alle persecuzioni e alle distruzioni conseguenti e l'Abbazia di Rosazzo, come quella di Fulda in Germania, sono nate nel XIIº secolo proprio con Desiderio Abate che è stato il ricostruttore di Montecassino dopo le incursioni saracene del XIº secolo. Con questo spirito Rosazzo vuol ricordare l'opera di diffusione della cultura occidentale nell'Europa barbarica e la continuità ideale con l'antico Patriarcato di Aquileia. La mostra presso l'Abbazia di Rosazzo, affiancata da una rassegna collaterale nella Galleria d'arte Artemisia di Pozzuolo del Friuli, gode di un contorno culturale straordinario costituito da incontri, conferenze e concerti che racchiudono l'evento in una cornice di totale immersione nell'Arte. L'Università di Udine ha dato lustro alle manifestazioni con un prologo di incontri prestigiosi conclusi il 30 marzo presso l'Aula Magna di Udine.

In collaborazione con
Fondazione Abbazia di Rosazzo

Con il contributo e patrocinio
Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone

Abbazia di Rosazzo - 2 maggio 2004 dalle ore 9.00

ore 9.00 Saluti

Don Dino Pezzetta, Rettore dell'Abbazia di Rosazzo
Daniela Vidoni, Responsabile Regionale del Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo

ore 9.30

Il monachesimo come principio generativo della società.
Emmanuele Morandi, Docente di Filosofia Politica allo Studio Filosofico Domenicano di Bologna e Sociologia Politica all'Università di Verona

ore 10.30 Pausa caffé

ore 11.00

Riforma benedettina oggi: un documento di Paolo VI e due testimonianze.
Giuseppe Bolis, Docente di Introduzione alla Teologia all'Universià Cattolica di Milano

Ore 12.30 Buffet

Ore 14.00 Visita della mostra di pittura

Un cielo nuovo per Montecassino.
del maestro Sergio Favotto che spiegherà con documentazione le quattro distruzioni e ricostruzioni dell'Abbazia di Montecassino

Ore 14.30

Il monachesimo in alcune esperienze attuali.
Mons. Nicolino Borgo

I Santi Cirillo e Metodio.
Testimonianza di un religioso sloveno

Ore 15.30 Pausa caffè

Ore 16.00

Monachesimo benedettino e cultura.
Giuseppe Fornasari, Docente di Storia medievale dell'Università di Trieste

Ore 17.00

Monachesimo benedettino e musica.
Concerto di musica medioevale con i cori Giovanni Battista Candotti di Codroipo e Schola Aquileiensis di Udine con direzione e commento dei brani del Maestro Claudio Zinutti